FAVATA

PRESENTAZIONE

Nel periodo di Carnevale e nei mesi di marzo e aprile quando si comincia la raccolta delle fave, in tutta la Sardegna, ma soprattutto in provincia di Sassari, a Cagliari e nell’area di Santa Teresa di Gallura, si prepara la favata.

Questo piatto, ormai famoso a livello regionale, unisce carne di maiale, Pane Carasau e fave, che vengono cotti lentamente nell’acqua tiepida assieme al finocchietto selvatico e al peperoncino rosso.

Seguendo il procedimento della nostra ricetta, otterrete un piatto delizioso e invitante, perfetto per le vostre cene conviviali in compagnia di amici e parenti.

Favata : PREPARAZIONE

STEP 1

Per preparare la favata è necessario lasciare le fave in ammollo per tutta la notte prima di utilizzarle, coprendole d’acqua dentro una pentola capiente.

STEP 2

La mattina seguente cambiate l’acqua delle fave, mettete il coperchio e fatele cuocere a fiamma media dopo aver aggiunto il sale, la cotenna di maiale a pezzi e le costine ridotte a pezzetti e la pancetta di maiale a pezzi.

STEP 3

Trascorsi 1 ora e 30 minuti di cottura, aggiungete la verza, già lavata, asciugata e tagliata a pezzi, la salsiccia sarda a rondelle spesse, i pomodori secchi, il finocchietto selvatico tritato insieme agli spicchi d’aglio e al peperoncino.

STEP 4

Rimettete il coperchio e lasciate cuocere il tutto per un’altra ora, aggiungendo un mestolo d’acqua tiepida se la preparazione dovesse asciugarsi troppo.

STEP 5

Trascorso il tempo indicato, eliminate gli spicchi d’aglio, spolverate con un cucchiaio di pecorino grattugiato e servite la favata nei piatti foderati con le fette di Pane Carasau.

CURIOSITÀ

Le fave sono un alimento versatile e salutare. Simbolo di una cucina tipicamente rurale, in passato erano spesso gustate accompagnate al lardo di maiale, che gli donava un gusto piacevole e inconfondibile.

La favata sarda è considerata, infatti, un piatto povero di origine antichissima, ideale da portare in tavola durante le fredde giornate invernali.

Negli anni, questo legume, è rimasto un ingrediente molto utilizzato in cucina. Ideale da assaporare come pietanza unica, ne è un esempio il classico piatto di fave lesse, può anche essere impiegato per cucinare o arricchire deliziosi contorni.

Come tutti i prodotti tipici della tradizione, la favata è molto facile da preparare. La ricetta originale infatti prevede ingredienti facilmente reperibili e bastano dei semplici passaggi per realizzare una zuppa caratterizzata da un gusto intenso e deciso e un profumo irresistibile.

Se volete arricchire ulteriormente la vostra favata, potete aggiungere alla zuppa delle verdure fresche tagliate a piccoli pezzi come patate, carote o pomodori.

Se invece preferite donare alla zuppa un sapore leggermente più delicato, potete sostituire gli spicchi d’aglio con della cipolla tritata finemente. Il risultato sarà altrettanto delizioso.

Spesso servito con carta musica, una sfoglia sottile, croccante e leggerissima più comunemente conosciuta con il nome di pane carasau, è ottima accompagnata anche da fragranti fette di pane guttiau.

ingredienti per 4 persone

  • Fave secche400 g
  • Verza400 g
  • Salsiccia secca sarda400 g
  • Pancetta di maiale200 g
  • Costine di maiale400 g
  • Cotenna di maiale300 g
  • Pecorino Grattugiato Fattorie Girau50 g
  • Finocchietto selvatico30 g
  • Pomodori secchi50 g
  • Peperoncino6 g
  • Pane Carasau150 g
  • Aglio12 g
  • Sale12 g