left arrowDolci Sardiright arrow

zippulas

L’arte culinaria della Sardegna offre una vasta varietà di ricette e preparazioni anche nel campo dei dolci.

La pasticceria sarda, seppur poco conosciuta rispetto alle altre varietà regionali, si basa principalmente sulla tradizione contadina e pastorale dell’Isola. È per questo motivo che tra gli ingredienti utilizzati per la preparazione dei dolci sardi troviamo ingredienti semplici ma molto aromatici e intensi come ad esempio la frutta secca, il formaggio, il miele, gli agrumi, la frutta candita e la glassa.

In questa sezione interamente dedicata ai dolci, troverete tantissime ricette che variano da zona a zona, proprio come le altre pietanze della gastronomia sarda.

Tra i dolci tipici ci sono il torrone e i biscotti tipo savoiardi in versione sarda chiamati Pistoccus. Ma uno degli ingredienti più utilizzati per la realizzazione dei dolci sardi sono certamente le mandorle.
Tra i dolci che utilizzano questo tipo di frutta secca ricordiamo l’Aranzada – preparato con scorze d’arancio candite nel miele e mandorle tostate – il Gatò de mendula – un croccante di mandorle tostate aromatizzato con arancia.

Ci sono poi i Papassini – preparati con semola, noci, uvetta, mandorle; e i Guefus – dolcetti a forma di palline realizzate con mandorle tritate, zucchero e limone.

A base di mandorle sono anche gli Amaretos, dei dolci amaretti a base di mandorle dolci e amare, zucchero, albume d’uovo e scorza di limone. Infine ci sono i Candelaus, preparati con una sfoglia di pasta di mandorle che avvolge un impasto di mandorle, aromatizzato con fiori d’arancio e glassato.

Un altro dolce tipico della pasticceria sarda sono le Pardulas. Si tratta di dolcetti soffici dalla forma a cupola con un ripieno a base di ricotta. Simili alle Pardulas sono le Casadinas, tortine di pasta ripiene di formaggio fresco aromatizzato al limone.

Insomma, qualsiasi ricetta dolce sceglierete sarà un trionfo di aromi e di dolcezza!