AGNELLO CON CARCIOFI

PRESENTAZIONE

La carne di agnello è spesso protagonista delle ricette sarde, perché rientra in molti piatti della tradizione povera e pastorale dell’isola.

I piatti della tradizione come l’agnello con carciofi possono essere preparati facilmente anche nella vostra cucina, seguendo le nostre indicazioni e selezionando ingredienti prelibati.

Lasciando cuocere lentamente la carne assieme ai carciofi, otterrete un secondo piatto corposo e invitante, perfetto per un evento importante o i pranzi delle festività.

Agnello con Carciofi : PREPARAZIONE

STEP 1

Per preparare l’agnello con carciofi, cominciate tritando finemente l’aglio e facendolo scaldare in un tegame capiente nell’olio caldo.

STEP 2

Una volta rosolato, aggiungete l’agnello ridotto in pezzi, salatelo e girate la carne per farla colorare un po’, quindi proseguite con la cottura a fiamma dolce per 15 minuti, ponendo il coperchio sulla pentola.

STEP 3

Nell’attesa, pulite i carciofi, eliminate le punte e le foglie esterne e tagliateli a grossi spicchi, quindi metteteli nel tegame assieme alla carne e mescolate bene.

STEP 4

Aggiungete il prezzemolo tritato, sfumate con il vino bianco, e una volta evaporato il vino, regolate di sale e ponete nuovamente il coperchio, lasciando cuocere il tutto per 35 minuti. Nel caso in cui si dovesse asciugare troppo aggiungere un pochino di acqua calda o di brodo vegetale.

STEP 5

Terminato il tempo di cottura, spegnete il fuoco, spolverizzate un po’ di pepe e servite l’agnello con carciofi nei piatti.

VARIANTI

L’agnello e carciofi è un piatto sardo tipico delle festività pasquali da provare a cucinare assolutamente. Ma nulla vieta di prepararlo quando si ha voglia di un secondo piatto gustoso, che mette tutti d’accordo, adulti e bambini.

La ricetta con agnello e carciofi può essere preparato anche  tramite cottura al forno. Potete realizzare la stessa versione della ricetta con qualsiasi tipo di taglio dell’agnello che preferite. Noi, per questa ricetta, abbiamo deciso di usare il cosciotto d’agnello.

Ecco il procedimento: insaporite la carne con sale, pepe, spicchi di aglio e rosmarino tritato, e altre erbe aromatiche se volete, per dare al piatto unico un gusto più saporito. Fate riposare la carne per almeno 1 ora (o anche tutta la notte) in frigorifero e poi cuocetela in forno in una casseruola con i carciofi puliti accuratamente e tagliati a pezzetti, aglio, abbondante olio e rosmarino. Inoltre potete accompagnare questo piatto anche con un contorno caldo a base di verdure miste o con un’insalata fresca.

CONSIGLI

Ecco qui di seguito un consiglio affinché i carciofi non restino troppo duri: sbucciateli molto bene, finché non vedrete più il colore viola scuro delle foglie più esterne e, successivamente, ricordatevi di togliere almeno due dita della loro punta. Lasciateli riposare qualche minuto in acqua acidulata con limone in modo che perdano il sapore amaro.

Un altro consiglio riguarda invece la sua conservazione: nel caso in cui vi avanzasse qualche porzione di questo piatto delizioso, ricordate che è possibile surgelarlo.

CURIOSITÀ

Come già abbiamo detto l’agnello è una ricetta tipica di Pasqua.

Una curiosità sulla Pasqua è il fatto che sin dai tempi antichi le date della celebrazione della Pasqua ebraica e cristiana non coincidano. Pare infatti che il giorno della morte di Gesù fosse proprio lo stesso giorno in cui si uccise l’agnello. Tale giorno corrisponderebbe al giorno prima della Pesach, ossia la Pasqua ebraica.

È interessante il fatto che un antico comandamento ebraico imponeva l’uccisione dell’agnello il quattordicesimo giorno del mese prima della festività pasquale e proprio per questo l’agnello doveva essere mangiato in quella notte.

ingredienti per 4 persone

  • Carne di agnello600 g
  • Carciofi600 g
  • Vino bianco secco200 ml
  • Aglio8 g
  • Prezzemolo15 g
  • Olio extravergine d’oliva40 ml
  • Sale4 g
  • Pepe3 g