Zippulas

PRESENTAZIONE

Il Carnevale in Sardegna si festeggia con deliziosi dolcetti fritti come le zippulas, che vi presentiamo in questa ricetta.

Delle zippulas esistono diverse varianti, nelle quali cambiano non solo alcuni ingredienti ma anche la forma.
Che le facciate a forma di ciambella, di spirale o di pallina, in ogni caso per una perfetta riuscita dovranno cuocere nell’olio bollente fino a diventare croccanti e dorate.

Nella nostra versione vi proponiamo di aiutarvi con un imbuto per realizzare le famose zippulas o tzipulas arrotolate e a forma di spirale, perfette per essere gustate in ogni momento della giornata, a colazione e a merenda ma anche come dessert di fine pasto. Vediamo come fare.

Zippulas : PREPARAZIONE

STEP 1

Per realizzare le zippulas, cominciate mescolando in una ciotola capiente la farina setacciata con il lievito di birra secco, lo zafferano, la scorza grattugiata di limone e d’arancia, il succo di arancia e l’acquavite.

STEP 2

Cominciate a mescolare, incorporando le uova una per volta, e poi il latte a filo, fino a ottenere un impasto morbido e umido.
Coprite l’impasto con la pellicola trasparente e lasciatelo lievitare per almeno 2 ore o fino a che non avrà raddoppiato il suo volume.

STEP 3

Quando sarà trascorso il giusto tempo, fate scaldare abbondante olio di arachidi in una padella capiente.

STEP 4

A questo punto prendete un imbuto e inumiditelo con l’acqua.

STEP 5

Fate passare l’impasto dentro l’imbuto e sopra l’olio bollente, compiendo un movimento a spirale, per ottenere la caratteristica forma di questi dolcetti.

STEP 6

Una volta cotte le zippulas, prelevatele con una pinza da cucina, mettetele a scolare su un foglio di carta assorbente e lasciatele raffreddare.
Quindi ricopritele con abbondante zucchero semolato prima di servirle.

CURIOSITÀ

Durante le feste di Carnevale, non c’è paese in Sardegna che non prepari le famosissime zeppole, deliziose frittelle a base di zafferano che profumano di arance, croccanti all’esterno e morbide all’interno.

Modellate sia in lunghe spirali che in ciambelle, le zippulas, simili esteticamente ai parafrittus ma differenti nell’impasto, sono sicuramente uno fra i dolci più amati dai bambini, perfette da gustare in ogni momento della giornata.

In alternativa al lievito di birra secco, potete utilizzare il lievito di birra fresco. Una volta sciolto in una terrina con tre cucchiai di latte tiepido, unitelo al composto di farina, uova e aromi aggiungendo il restante latte a filo. Continuate a impastare energicamente con le mani fino ad ottenere una pasta dalla consistenza morbida e omogenea.

Per ottenere un impasto ancora più soffice, è possibile incorporare al composto due patate lesse di medie dimensioni schiacciate accuratamente con un pizzico di sale.

Se invece volete donare un gusto più rustico alle vostre zippulas, potete utilizzare altre tipologie di farina come quella rimacinata o di grano duro in alternativa alla classica farina 00.

Per facilitare la lievitazione, una volta preparato l’impasto, riponetelo all’interno di un contenitore coprendolo con un canovaccio tiepido. Il calore accelererà il processo di lievitazione facendo raddoppiare velocemente il volume della pasta.

Generalmente, le zippulas, sono profumate con buccia grattugiata di limone e d’arancia, il succo di arancia e l’acquavite. In sostituzione potete anche utilizzare della grappa, del vino bianco, della sambuca oppure dell’anice e aggiungere all’impasto una bustina di vanillina o un pizzico di cannella.

In alternativa all’olio di arachidi, è possibile friggere queste deliziose frittelle sarde anche nello strutto ben caldo. Sconsigliato invece è l’utilizzo dell’olio d’oliva che, durante la cottura delle zippulas, potrebbe alterare eccessivamente il loro sapore.

Per dare un tocco davvero irresistibile cospargete la superficie di ogni zippula sarda con abbondante zucchero semolato quindi servitele.

latte uht intero

Latte UHT Intero

ARBOREA

ingredienti per 6 persone

  • Farina tipo 00500 g
  • Latte UHT Intero Arborea250 ml
  • Uova150 g
  • Scorza grattugiata
    di limone
    15 g
  • Scorza grattugiata di arancia30 g
  • Succo di arancia80 ml
  • Acquavite15 ml
  • Lievito di birra secco4 g
  • Zafferano8 g
  • Olio di arachidi400 ml
  • Zucchero semolato200 g