fbpx

TROFIE ALLA CARLOFORTINA

PRESENTAZIONE

Le trofie alla carlofortina sono un primo piatto molto saporito che unisce i sapori tipici della Sardegna a quelli della terra di Liguria.

Nel XVI Secolo, infatti, i liguri colonizzarono l’isola sarda di Carloforte, portando con sé anche le tradizioni e i prodotti della loro terra, come le trofie e il pesto che, in questo piatto, si uniscono al tonno, creando un connubio di sapori davvero irresistibile.

Scoprite subito come si preparano delle ottime trofie alla carlofortina.

Trofie alla carlofortina : PREPARAZIONE

STEP 1

Quella delle trofie alla carlofortina è una ricetta di facile realizzazione. Per metterla in pratica, avrete bisogno di un trancio di tonno fresco. Sbucciate e tritate la cipolla e mettetela a rosolare in padella con qualche cucchiaio di olio extra vergine di oliva. Quando sarà leggermente appassita, unitevi il tonno tagliato a cubetti e lasciatelo rosolare per 2 o 3 minuti, poi aggiungete anche i pomodori ciliegini tagliati a metà. Insaporite il tutto con un po’ di sale e lasciate cuocere per almeno 10 minuti.

STEP 2

Nel frattempo, mettete sul fuoco una pentola con abbondante acqua salata e, quando sarà giunta a ebollizione, versateci dentro le trofie, lasciandole cuocere per il tempo indicato sulla confezione (che va dai 5 ai 10 minuti, a seconda che abbiate utilizzato o meno della pasta fresca).

STEP 3

Quando il condimento al tonno sarà pronto, spegnete la fiamma e unitevi il pesto alla genovese, mescolando bene per amalgamare gli ingredienti. Appena la pasta sarà cotta, scolatela e versatela in padella per condirla, quindi impiattate le vostre trofie alla carlofortina e portatele subito in tavola.

CURIOSITÀ

Le trofie alla carlofortina sono un primo piatto della tradizione sarda molto semplice da realizzare, che ha come ingredienti principali pesto e tonno. Questi ingredienti danno al piatto un profumo ed un sapore delicato per via del pesto, o in alternativa del sugo, ed un gusto di mare, per l’uso del filetto di pesce.

La ricetta della pasta alla carlofortina prende il nome dall’isola sarda di Carloforte, che fu colonizzata dalla città di Tabarka, durante il XVI secolo.

Questa commistione di tradizioni ha dato luogo alla cultura gastronomica di questa cittadina situata vicino a Cagliari.

Due sono le tradizioni di questo piatto, quella ligure e quella sarda, che mescolano i sapori e le tecniche.

Gli ingredienti principali di questo primo piatto sono il tonno rosso pinna gialla, simbolo dell’isola di Carloforte ed il pesto che è emblema della Liguria, ed in particolare di Genova.

Per questa ricetta si possono utilizzare due tipi di pasta, sempre per via delle due tradizioni: le trofie, che sono un formato di pasta tipicamente ligure, oppure i cassulli, un formato di pasta tipico carlofortino, che somiglia agli gnocchetti sardi, famosi per la capacità di trattenere il sugo.

Inoltre proprio a Carloforte si tiene una sagra detta “Girotonno”, una rassegna dedicata alla valorizzazione dell’antica cultura dei tonni e delle tonnare. Durante la sagra, tra le altre cose, si svolge una sfida culinaria tra Chef internazionali che devono usare il tonno rosso come base per la preparazione di diversi piatti. Durante tutta la rassegna si possono degustare piatti con questo ingrediente eccezionale e sempre più raro.  Questa sagra si svolge a giugno in Sardegna.

ingredienti per 4 persone

  • Trofie380 g
  • Tonno300 g
  • Pesto alla genovese200 g
  • Pomodori ciliegini20 g
  • Cipolle1
  • Olio extravergine d’olivaq.b.
  • Saleq.b.