CONIGLIO A SUCCHITTU

PRESENTAZIONE

Il coniglio a succhittu è un secondo piatto di carne tipico della Sardegna: si tratta di una sorta di coniglio in umido, la cui carne, prima di essere cucinata, viene marinata in una soluzione di acqua salata e aceto, così da renderla più gustosa e saporita.

Di questa ricetta, ogni famiglia sarda ne ha una versione diversa: alcune prevedono una marinatura della carne più lunga, altre una più breve; altre, addirittura, non la prevedono.

Qui vi proponiamo la ricetta che vuole una marinatura piuttosto lunga. Seguite tutti i passaggi per portare sulla vostra tavola un buon coniglio a succhittu.

Coniglio a succhittu : PREPARAZIONE

STEP 1

Dividete il coniglio in pezzi, disponetelo in un contenitore sufficientemente ampio e versateci sopra una miscela di acqua salata e aceto (50% di acqua salata e 50% di aceto). Lasciate marinare la carne per circa 2 ore, poi scolatela, asciugatela e procedete alla cottura.

STEP 2

Mettete a rosolare il coniglio in una casseruola sufficientemente ampia, con 4 cucchiai di olio extra vergine di oliva, rigirandolo su tutti i lati per sigillare la carne ed evitare la dispersione dei succhi.

STEP 3

Quando il coniglio sarà ben rosolato, unitevi un trito fatto con 2 spicchi d’aglio e 1/2 cipolla, 1 rametto di rosmarino, le foglie di alloro e insaporite il tutto con sale e pepe. Abbassate la fiamma, coprite il tutto con un coperchio e lasciate cuocere il tutto aggiungendo del brodo vegetale per evitare che il coniglio si bruci.

STEP 4

Dopo circa mezz’ora di cottura, unite al coniglio in succhittu anche le olive, i capperi dissalati e i pomodori secchi tritati e lasciate cuocere il tutto per un’altra mezz’ora unendovi, se necessario, dell’altro brodo vegetale.

CURIOSITÀ

Tra i secondi piatti sardi più apprezzati della cucina campidanese c’è sicuramente il coniglio “a succhittu”, una variante del coniglio alla cacciatora in tegame.

Questa è una ricetta molto diffusa in tutta la zona del sud Sardegna e le nonne sarde tramandano questa ricetta insieme ai suoi piccoli trucchi e le sue varianti.

L’origine del nome “a succhittu” deriva proprio dal delizioso e saporito sughetto che viene fuori una volta terminata di cucinare la ricetta.

Si tratta di un piatto che richiama a sé molti sapori, per via dell’utilizzo di elementi come: capperi, passata di pomodoro, uno spicchio di aglio, un bicchiere di vino bianco, prezzemolo e, al quale, si può aggiungere un contorno di patate arrosto.

È semplice da preparare, soprattutto se si decide di comprare i pezzi di coniglio già tagliati. Non vi resta che seguire questa ricetta, e provare a cucinarla!

ingredienti per 4 persone

  • Coniglio1 da 1,5 kg
  • Acetoq.b.
  • Aglio2 spicchi
  • Cipolla1/2
  • Capperi sotto sale1 cucchiaio
  • Olive in salamoia denocciolate1 cucchiaio
  • Alloro2 foglie
  • Pomodori secchi2
  • Rosmarino1 rametto
  • Olio extravergine di oliva4 cucchiai
  • Brodo vegetaleq.b.
  • Saleq.b.
  • Pepeq.b.