fbpx

Tra i tanti prodotti derivati dal latte, lo yogurt è uno dei più diffusi e amati. Questo grazie al suo gusto fresco e ai suoi eccezionali valori nutrizionali. Ma quanto è proteico lo yogurt? Scoprilo in questo articolo!

Tutto quello che devi sapere sulle proteine dello yogurt

gli specialisti del latte presentano

Yogurt: che cos'è e quali sono i suoi benefici

Lo yogurt è un alimento conosciuto fin dall’antichità, e derivato dalla fermentazione del latte a opera di alcuni batteri appartenenti al genere Lactobacillus e Streptococcus. In quanto alimento derivato dal latte, rientra nella categoria dei latticini. Lo yogurt è amato da grandi e bambini per il suo sapore fresco e cremoso e per la sua grande versatilità, che lo rendono ideale in diversi momenti della giornata: con aggiunta di cereali o avena per la colazione o accompagnato a frutta fresca e secca come snack, ma anche come dessert leggero e salutare.

Quali sono i benefici dello yogurt? Si tratta di un alimento molto salutare per il nostro corpo: ricordiamo che la Dieta Mediterranea raccomanda il consumo di una/due porzioni di latticini al giorno. Questo perché lo yogurt è fonte di importanti sostanze nutrizionali, come calcio, vitamine, fosforo e potassio. È quindi altamente benefico per la salute di ossa e denti; grazie al contenuto di fermenti lattici, è fondamentale per l’equilibrio della flora batterica intestinale. Lo yogurt ha un apporto calorico moderato, che lo rende adatto anche a chi segue una dieta dimagrante, ed è ricco di vitamina A e vitamine del gruppo B. Lo yogurt è inoltre un’ottima fonte di proteine: ne parliamo approfonditamente nel paragrafo seguente.

Proteine: cosa sono e a cosa servono

Le proteine sono un ampio gruppo di composti organici, costituiti da lunghe catene di amminoacidi legati tra loro da legami peptidici. Queste catene possono assumere nello spazio delle conformazioni tridimensionali differenti in base all’interazione che si instaura tra i diversi amminoacidi. Tale conformazione è essenziale per lo svolgimento della funzione biologica delle varie proteine che può essere di vario tipo.  Vediamole più nel dettaglio.

I “mattoncini” del nostro corpo

Assieme a carboidrati e grassi, le proteine appartengono alla categoria dei cosiddetti macronutrienti e sono fondamentali per lo sviluppo dei tessuti. Una delle principali funzioni delle proteine, infatti, è quella strutturale: immaginale come i mattoncini che costituiscono il nostro corpo. Per questo motivo sono così ricercate dagli sportivi e cultori del fitness: sono essenziali per lo sviluppo muscolare in quanto sono il costituente principale del muscolo.

Le funzioni delle proteine

Le proteine non hanno solo un ruolo strutturale ma giocano un ruolo essenziale per un gran numero di attività vitali del nostro corpo, tra cui la replicazione del DNA, il rinforzamento del sistema immunitario e il trasporto delle molecole all’interno del nostro corpo. Le funzioni appena elencate, assieme a tante altre, vedono come protagoniste molecole proteiche che siamo abituati a sentir chiamare con altri nomi: enzimi, anticorpi, emoglobina etc.

Le proteine del siero del latte

Esistono diversi tipi di proteine. In generale, le proteine di origine animale hanno un valore biologico più alto rispetto a quelle di origine vegetale in quanto contengono anche gli amminoacidi essenziali, ovvero quelli che il nostro organismo non è in grado di sintetizzare da solo ma deve assumere dall’esterno. Tra le proteine animali, quelle del siero del latte sono tra le migliori, in quanto altamente assimilabili dall’uomo. Come per tutti i nutrienti assunti con l’alimentazione, le proteine subiscono un processo di degradazione durante la digestione che le scompone nei loro costituenti base, ovvero gli amminoacidi.

Quanti tipi di yogurt esistono?

Lo yogurt non è tutto uguale, ma ne esistono tipi diversi a seconda del latte usato, della scrematura e degli eventuali ingredienti aggiunti. Ogni tipologia ha le sue proprietà e le sue caratteristiche organolettiche: vediamole nel dettaglio.

– La scrematura. Lo yogurt si può differenziare a seconda del grado di scrematura del latte utilizzato. Si può usare latte intero per uno yogurt più corposo e ricco di grassi, o latte parzialmente scremato per lo yogurt magro. Esiste anche lo yogurt 0% grassi, molto amato da sportivi e persone attente alla linea, generalmente preparato con latte scremato.

– Il tipo di latte. Se è vero che il latte più diffuso in commercio è quello di mucca, sono sempre più popolari anche quello ovino e quello caprino. Questi possono essere utilizzati per realizzare yogurt deliziosi: leggeri e digeribili con il latte di capra, proteici e delicati con il latte di pecora.

– Lo yogurt greco. Lo yogurt greco, detto anche yogurt colato, è un prodotto particolare che ha conquistato popolarità negli ultimi anni. La differenza è il processo di colatura, tramite il quale viene scolato il siero in eccesso. Si ottiene così un prodotto più denso e ad alto contenuto proteico.

– Yogurt per tutti i gusti. Alla frutta, al miele, al caffè o con scaglie di cioccolato: sono tantissimi i golosi gusti di yogurt che si trovano in commercio. Specialmente quelli arricchiti con frutta, che può essere sia frullata che in pezzi, sono particolarmente amati da grandi e piccini. Se si opta per questi, però, bisogna fare attenzione a sceglierli senza zuccheri aggiunti o con un limitato contenuto di zuccheri.

– Yogurt senza lattosio. Il lattosio è lo zucchero naturalmente presente nel latte, che il nostro organismo scinde in glucosio e galattosio per digerirlo. Alcune persone, però, non sono in grado di scindere il lattosio e di conseguenza di digerirlo. Per gli intolleranti al lattosio si trovano in commercio prodotti ad alta digeribilità, realizzati con latte delattosato.

Dalla Sardegna arriva
l’incontro perfetto tra gusto e proteine

Lo yogurt non può mancare nella nostra alimentazione, in quanto è un alleato quotidiano per la nostra salute e forma fisica. In commercio se ne trovano di tutti i tipi, ma nessuno è come Arborea: realizzato solo con il miglior latte fresco della Sardegna, raccolto da allevamenti proprietari nei posti più incantevoli dell’isola. Lavorato secondo l’antica tradizione casearia sarda, lo yogurt Arborea si distingue per l’altissima qualità e il gusto senza rivali.

Yogurt bianco, intero, magro, alla frutta, senza lattosio: abbiamo pensato proprio a tutti! Scopri l’intera linea di yogurt Arborea e tuffati in un mare di bontà. Scegli uno yogurt magro come spuntino fitness, o un goloso yogurt alla pesca o alla fragola per una dolce coccola. E se vuoi fare il pieno di gusto e proteine prova A.YO, l’originale yogurt sardo che unisce il meglio del latte vaccino e di quello ovino! Oppure assaggia tutti i nostri prodotti, come per esempio i formaggi tipici sardi e l’inconfondibile latte Arborea.

Quale yogurt ha più proteine e quando mangiarlo?

Se sei un amante dello sport, saprai che la cucina gioca un ruolo importantissimo per il benessere del fisico e lo sviluppo muscolare. Nella formulazione della tua dieta quotidiana, quindi, devi assolutamente tenere conto non solo dell’apporto calorico, ma anche del quantitativo di proteine da assumere. Ecco qualche consiglio per un’alimentazione sana, naturale e che fornisca tutta l’energia necessaria.

Se il tuo obiettivo è lo sviluppo muscolare, lo yogurt intero di pecora è un alleato preziosissimo. Con ben 4,9 grammi di proteine per 100 g di prodotto, lo yogurt di pecora è lo spuntino nutriente e proteico perfetto prima della palestra. Anche un vasetto di yogurt greco contiene una quantità di proteine paragonabile a quella di quello di pecora.

Se il lattosio ti affatica la digestione, puoi optare per lo yogurt senza lattosio. Scegli invece quello di capra per un prodotto più leggero e digeribile. Controlla comunque sempre sull’etichetta per verificare il contenuto di lattosio. E il classico yogurt bianco? Quello intero contiene circa 3.7 g di proteine per 100 g, mentre quello magro circa 3.3 g.

Non esiste un momento adatto per gustare un buon yogurt, o meglio: tutti i momenti sono adatti! Un’ora prima di fare attività fisica per avere la giusta carica energetica oppure dopo, per fare il pieno di proteine; ma anche a colazione, a metà giornata o come dessert per rinfrescare la temperatura di una calda giornata estiva.

Potrebbero interessarti anche

Scopri le nostre ricette